Istituto Comprensivo "Orvieto-Baschi"

Scuola dell'Infanzia, Scuola Primaria e Scuola Secondaria di I Grado

Iniziative & Progetti

In un periodo, così fortemente segnato dal distanziamento sociale, è importante continuare a collegare la scuola al mondo civile, mantenere “aperta” la scuola, “respirare” insieme i valori condivisi, che rendono unica la nostra Nazione. La classe II E di Baschi, in occasione del 159° anniversario dell’Unità d’Italia, ha deciso di offrire un gesto concreto di solidarietà, per rendere vicina la scuola alle istituzioni locali, includendo anche quanti in prima linea (forze dell’ordine, protezione civile, operatori sanitari, volontari) sono attualmente in trincea per aiutare. Nei vari disegni sono stati privilegiati alcuni elementi imprescindibili: la bandiera italiana, l’arcobaleno, lo stemma del Comune, insieme ad uno slogan. Tutto ciò è finalizzato a veicolare un messaggio positivo di solidarietà, resilienza, speranza. Mai come ora occorre dimostrare un rinnovato senso civico, riscoprendo insieme la forza della comunità, animata da valori irrinunciabili di unità, responsabilità, e solidarietà. L’adesione degli alunni all’iniziativa #uniticelafaremo persegue tale finalità, rafforzando il senso di appartenenza ad una comunità, come futuri cittadini responsabili/consapevoli, veicolando i valori fondanti della nostra Carta Costituzionale.

In questo momento in cui dobbiamo rispettare indicazioni particolarmente impegnative, tra cui quelle della “distanza di sicurezza” e di evitare il contatto fisico, la 3 E di Baschi offre il suo piccolo contributo aderendo all’iniziativa #distantimauniti, la campagna social che sottolinea la necessità di queste misure. Ma stare a casa non significa essere soli: vogliamo far percepire che è una scelta da prendere per la cura di se stessi e degli altri. Perché siamo una comunità unita anche nella distanza. Un messaggio di unione e solidarietà attraverso un gesto simbolico: una foto in cui si allunga il braccio verso l’esterno, come a toccare qualcuno che non si vede, ma sappiamo che c’è. 

CITY CAMPS ENGLISH CAMPS

Invitiamo i genitori dei bambini/e della scuola primaria e dei ragazzi/e della scuola secondaria di primo grado (I e II) all’incontro di presentazione del City Camp, il campo scuola in inglese che anche per il 2020 l’Istituto Comprensivo “Orvieto-Baschi” propone ai suoi studenti.   

Il Calendario 2020 ECOSOSTENIBILE

La Scuola Secondaria di Baschi e Primaria di Colonia e Civitella presentano il loro Calendario 2020 ECOSOSTENIBILE.

Visualizza il nostro Calendario 2020

“Natale tra le stelle” al Regina Margherita di Orvieto

Il progetto ” Natale tra le stelle” ……Cartelloni e addobbi natalizi nelle sezioni … canti natalizi con invito ai genitori….. 

Infine prima delle vacanze l’arrivo di Babbo natale a scuola per la gioia di tutti i bambini! 

Buon Natale a tutti voi….

Festa degli alberi al Regina Margherita di Orvieto

Come ogni anno il 21 novembre organizziamo la festa degli alberi legata al progetto delle stagioni..
I bambini hanno travasato due piantine di melograno per metterle in vasi più grandi. In Primavera pianteremo gli alberelli nel nostro giardino. Abbiamo accompagnato questa giornata con canti, poesie e filastrocche dedicati agli alberi. I bambini i giorni precedenti avevano preparato una piccola medaglia con il disegno di un albero che hanno indossato per l’occasione.

Il Parlamento a porte aperte!

Ogni anno oltre un migliaio di scolaresche visita Palazzo Montecitorio, vedendo da vicino i luoghi simbolo della nostra democrazia, e, se capita l’occasione, incontrando direttamente i protagonisti della vita politica. L’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole di ogni ordine e grado sarà avviato dall’anno scolastico 2020/2021. Diventa pertanto fondamentale nell’insegnamento dell’educazione civica la conoscenza della Costituzione italiana per sviluppare competenze ispirate ai valori della responsabilità, della legalità, della partecipazione e della solidarietà.

E così è accaduto che anche l’Istituto Comprensivo Orvieto Baschi si è mobilitato con un progetto per le classi terze che prevedeva la visita alla Camera dei Deputati e in particolare l’11 Dicembre scorso, le classi 3C e 3E hanno avuto la grande opportunità di recarsi in visita a Roma e vedere da vicino tutte le attività svolte all’interno di uno dei palazzi più famosi d’Italia. L’emozione e lo stupore dipinti negli occhi dei nostri ragazzi sono difficili da raccontare. In effetti anche gli insegnanti erano emozionati di ritrovarsi nelle sale dove la Storia del nostro Paese è stata dibattuta, forgiata e destinata ad occupare un ruolo di importanza indiscussa nel panorama mondiale. Un’esperienza unica, quasi irripetibile, un’esperienza degna di essere annoverata tra i migliori momenti di quest’anno scolastico. Per l’occasione gli studenti hanno sfoggiato un abbigliamento consono e un silenzio reverenziale che li ha resi protagonisti delle lodi di tutti. La guida che ci ha accolto ci ha spiegato la storia e la struttura del palazzo. Nei corridoi abbiamo visto dipinti, affreschi e busti ma in una sala in particolare abbiamo ammirato l’opera più importante del pittore Renato Guttuso intitolata “Vucciria” che rappresenta il mercato di Palermo e la Lupa Capitolina. Infine nell’aula della Camera abbiamo assistito ad una seduta parlamentare durante la quale erano presenti il Premier Giuseppe Conte e politici come Giorgia Meloni, Maria Stella Gelmini, Nicola Zingaretti. È stato impressionante vederla dal vivo ed è sembrata molto più grande di quella che si vede in tv. L’ambiente era accogliente, ma molto sofisticato. Purtroppo non potendo usufruire dell’uso dei cellulari (che era vietato) non siamo riusciti ad immortalare quei momenti, ma sicuramente sono rimasti impressi nelle nostre menti e li ricorderemo per sempre. Prima di tornare a casa abbiamo fatto una pausa pranzo e passeggiato per un po’ fino ad arrivare alla Galleria Alberto Sordi e poi al Pantheon, il tempio più famoso della Città eterna. Ed è con questa immagine scolpita negli occhi che siamo tornati a casa, grati per la bella giornata trascorsa insieme agli altri.

La vendemmia per i bambini del Regina Margherita

Attraverso una varietà di esperienze che passano dall’ osservazione alla sperimentazione,offriamo ai bambini la possibilità di scoprire con approccio sensoriale e pratico, le caratteristiche della stagione autunnale.

L’uscita didattica dedicata alla vendemmia ne è proprio un esempio …

Con lo scuolabus ci siamo recati in Località Tamburino dalla famiglia Provenzani che ci ospita gentilmente ogni anno per questa occasione.

INSIEME SULLO SCUOLABUS…

ARRIVATI A DESTINAZIONE… COLAZIONE!

E POI… TUTTI A VENDEMMIARE!!!

“Premio Fair Play” quando i protagonisti di un evento sono i giovani, il successo è certo!!

quando i protagonisti di un evento sono i giovani, il successo è certo!!

di Roberto Pace

Non c’è alcun dubbio. Quando i protagonisti di un evento sono i giovani, il successo è certo. Purché guidati da soggetti preparati e competenti, pronti a gettarsi nelle novità con innata passione. E’ questo il caso della quinta edizione del “Premio Fair Play”, apice delle tante iniziative promosse dalla Sezione Panathlon di Orvieto. Il sodalizio, che nella prof. Rita Custodi ha trovato un capitano effervescente, nell’ultimo allestimento ha trovato valida sponda nell’Istituto Comprensivo Orvieto-Baschi, la cui Dirigente, Dott.ssa Antonella Meatta e i suoi docenti, hanno messo grande impegno nel predisporre strumenti efficaci, validi per lo sviluppo della personalità dei ragazzi.

Ha fatto altrettanto l’Istituto Superiore Artistico, Classico, Professionale, con la Prof. Daniela Torsello e gli studenti della sez. Artistica, eccellenti nel comporre il manifesto, con la conversione grafica delle frasi ideate dai ragazzi delle medie.

Non poteva mancare Ruggero Alcanterini, Presidente del Comitato Nazionale Italiano Fair Play, diretta emanazione del CONI.

Il massimo Dirigente, nella due giorni orvietana, iniziata con il convivio sul tema “Ripartiamo dal Fair Play?”, ha messo al servizio della sezione orvietana il suo grande bagaglio di esperienza, sollecitando gli educatori a soffermarsi sulle regole etiche e comportamenti, fondate sui princìpi generali del rispetto, della solidarietà, della correttezza e dell’onestà, che non sono più patrimonio esclusivo dello sport, ma abbracciano, oggi, moltissimi aspetti della vita quotidiana: Mai invidiare i più bravi – ha detto – ma cercare soltanto d’essere migliori di loro”.
L’Assessore allo Sport, prof. Carlo Moscatelli, ha assicurato sul come, la nuova Amministrazione della Città, monitori, con la massima attenzione, il presente e futuro dei giovani, garantendo, in tal senso, la partecipazione del Comune a tutte quelle iniziative, ritenute migliorative alla formazione degli adulti di domani.

Interessante e particolarmente significativa, in tal senso, la partecipazione della Dott.sa Dominga Cotarella, il cui progetto familiare, Fattoria Didattica Tellus, vincitrice del Premio Fair Play 2018, va proprio nella direzione auspicata dagli intervenuti, con una presenza importante nel mondo dello sport e una struttura pensata per rendere protagonisti i più piccoli attraverso il gioco, lo sport e soprattutto la loro creatività.”. L’intervento conclusivo è toccato a Rita Custodi, con la sintesi del lavoro svolto dall’Associazione, seguito dalla consegna dei riconoscimenti ai vincitori elencati qui sotto:

PREMIO MANIFESTO: Francesca Innocenzi classe 2^B – IISACP – Prof. Daniela Torsello e Silvia Valentini, Dirigente Dott.ssa Cristiana Casaburo
PREMIO FRASE: Lavinia Petrangeli – classe3^C Istituto comprensivo Orvieto-Baschi – Prof. Francesca Compagnucci, Dirigente Dott.ssa Antonella Meatta

QUANDO LEGALITA’… FA RIMA CON LIBERTA’!!!

In occasione della Giornata sulla Legalità, il 10 Dicembre gli studenti delle classi terza, quarta e quinta primaria e la Scuola Secondaria di primo grado di Baschi, hanno incontrato i Carabinieri di Orvieto e della Caserma di Baschi che hanno tenuto una lezione sui pericoli nell’ uso delle sostanze stupefacenti. Fondamentale la presenza del Sindaco di Baschi, il Dott. Damiano Bernardini e della Dirigente dell’I. C. Orvieto – Baschi, la Dott.ssa Antonella Meatta. Gli alunni sono stati resi consapevoli sulla pericolosità dell’uso delle droghe come la marijuana, la cocaina, l’ecstasy, la morfina, il crack e dei terribili effetti che esse possono avere sul nostro organismo, dal semplice mal di testa fino ai casi più terribili come la morte. Oggi giorno il problema riguarda sempre di più i giovani ragazzi, anche delle scuole inferiori, che diventano vittime inconsapevoli di questo terrificante male. Capita infatti che in diverse scuole siano state rinvenute sostanze illegali che venivano prontamente sequestrate dalle forze dell’ordine. Molti ragazzi non comprendono a pieno le conseguenze devastanti dell’uso di droghe e si fanno trascinare dai gruppi che possono diventare deleteri e pericolosi. Non occorre seguire la massa ma pensare con la propria testa cercando di fare la cosa giusta. La vita di tutti i giorni ci mette davanti a delle scelte in cui possiamo testimoniare la legalità e la giustizia, oppure il loro contrario. Ciascuno di noi può fare molto con le proprie azioni, con il proprio impegno fattivo. Ognuno è responsabile della parte di storia che è chiamato a costruire.  In un secondo momento gli studenti hanno sperimentato con alcune prove pratiche come si scoprono le impronte digitali utilizzando della polvere magnetica. Su alcuni fogli sono state impresse le impronte che poi compaiono utilizzando un utensile in grado di rivelarle e di portarle alla luce. Con un adesivo si cattura l’impronta che poi viene spedita in laboratorio per successiva analisi. Dopo i saluti finali le forze dell’ordine e le Istituzioni hanno visionato con interesse i disegni eseguiti nel laboratorio pomeridiano e sono stati consegnati biglietti di saluti a tutti. È stata una giornata davvero importante perché la Scuola, come principale “Agenzia Educativa”, rende consapevoli della gravità di specifiche problematiche e invita a riflettere sul ruolo che ciascuno ricopre nell’attuale e sempre più complessa Società Civile.

La scuola si apre ai genitori e propone i laboratori delle classi a tempo prolungato

Per raccontare tutto quello che di bello e importante è nato dai laboratori del I trimestre per le classi a Tempo Prolungato, la Scuola Media “L.Signorelli” martedì 17 ha messo in piedi una Giornata dei Laboratori a cui sono stati invitati i genitori degli alunni delle classi a T.P. e i bambini delle classi quinte della Scuola Primaria “L.Barzini” di Orvieto Centro e della “E.Frezzolini” di Sferracavallo. E’ stata una giornata intensa, in cui ragazzi e genitori si sono divisi tra lo spettacolo di Teatro Dialettale, il saggio di Danza Moderna, i canti del Coro Pop e l’esibizione di Autodifesa, nonché le varie mostre e presentazioni degli altri Laboratori.

Grazie a tutti!

“METTIAMO LE MANI IN PASTA”

Laboratori su cibo, salute & cucina per le scuole secondarie di I° grado
In collaborazione con il Comune di Orvieto

IMPARARE FACENDO

La Scuola Media “L.Signorelli” festeggia le attività laboratoriali delle classi a Tempo prolungato

“Se ascolto, dimentico, se vedo ricordo, se faccio, capisco”. Le antiche parole di Confucio colgono pienamente lo spirito che da anni guida i Laboratori delle Classi a Tempo Pieno della Scuola Secondaria Inferiore “L.Signorelli” di Orvieto. Da tempo, infatti, questa offerta formativa, sempre più apprezzata dalle famiglie, caratterizza il lavoro di alcuni docenti di questo plesso, convinti che grazie a un sapere fatto di esperienza, manualità, collaborazione, si possano sviluppare nei ragazzi e delle ragazze di questa delicata fascia di età quegli interessi, quelle passioni e quelle varie forme di intelligenza che nelle normali ore curriculari non sempre si riesce ad attivare. A muovere questi docenti è l’entusiasmo, la voglia di mettersi in gioco e attingere a tutte le proprie competenze, non solo scolastiche, è la consapevolezza che la scuola si può fare anche fuori dalla cattedra.

Per questo da anni, per due ore a settimana, le classi a Tempo Prolungato si aprono, gli alunni sciamano e si rimescolano allegramente, gli spazi cambiano forma e i docenti mettono da parte i registri delle consuete materie: singolarmente o in compagnia di esperti esterni, eccoli che invece prendono in mano un ukulele e cominciano a impartire i primi accordi, oppure si trasformano in registi teatrali, in maestri di autodifesa, di danza moderna, di fumetto, di escursionismo, di conduzione radiofonica, di critica musicale e cinematografica, di cucina fredda, di canto, di tennis e ping pong, di cortometraggio, e tanto altro ancora.

Per raccontare tutto ciò e tutto quello che di bello e importante è venuto fuori da questo gioioso turbillion, la Scuola Media “L.Signorelli” ha organizzato per martedì 17 dicembre, dalle ore 10.30 una Festa dei Laboratori del I trimestre a cui sono stati invitati i genitori degli alunni delle classi a T.P e i bambini delle classi quinte della Scuola Primaria “L.Barzini” di Orvieto Centro e della “E.Frezzolini” di Sferracavallo. Sarà un modo per farci gli auguri di Natale assistendo allo spettacolo di Teatro dialettale, al saggio di Danza moderna, all’esibizione di Autodifesa, il tutto tra mostre e presentazioni degli altri Laboratori.

INCONTRI FESTA LABORATORI

SALA CISAP

ore 11.00- Cineforum Classi Prime (Miraglia)

ore 11.15- Cineforum Classi Seconde e Terze (Barnabei)

ore 11.30- Giochi di ieri, giochi di oggi (Caponeri)

ore 11.45- Coro Pop (Tesei)

BIBLIOTECA SCUOLA ELEMENTARE “L.BARZINI”

ore 10.45- Accademia della Semola -Teatro Dialettale (Rosella/Defazio)

PALESTRA SCUOLA MEDIA “L.SIGNORELLI”

ore 10.45- Autodifesa (Storti)

ore 11.10- Tennis e Ping pong (Ciammella)

ore 11.40- Dance with me (Compagnucci, 30′ circa)

“Saper fare, per saper essere”

Progetto “SICUREZZA INFORMATICA”

“SICUREZZA INFORMATICA”

La scuola, come luogo di formazione e promozione di cultura, da tempo si è aperta ad un mondo in continua espansione, come quello del web, dalle molteplici potenzialità. Nell’ambito del progetto “Sicurezza informatica” è stato proposto nel pomeriggio di martedì 26 novembre 2019 un incontro con esperti di Vetrya, realtà digitale, di spessore internazionale la cui responsabile, dott.ssa Katia Sagrafena ci ha dato la possibilità di affrontare un tema importante  come quello della sicurezza informatica sul web.

La scuola secondaria di Baschi ha ospitato due collaboratrici di Vetrya, dott.ssa Paola Liberace (responsabile Vetrya Academy), dott.ssa Tania Cerrito (responsabile del Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni, Qualità e Controllo di Gestione) che interagendo con i ragazzi hanno cercato di spiegare i rischi della rete e del web. L’intento principale è stato quello di far capire ai ragazzi le potenzialità ed i pericoli di Internet con le conseguenze del relativo cattivo utilizzo.

Progetto #S.O.Stenibilmente

Fra i diversi progetti didattici approvati dal Collegio dei Docenti dell’Istituto Comprensivo Orvieto-Baschi per l’Anno Scolastcio 2019/2020 c’è anche il Progetto #S.O.Stenibilmente, volto a costruire una cultura basata sul rispetto dell’ambiente e sui principi dello sviluppo sostenibile promuovendo il protagonismo giovanile e l’integrazione da parte di tutti di una prospettiva ambientale nelle proprie scelte quotidiane. Destinatari del progetto saranno tutti gli alunni dell’Istituto, di ogni ordine di scuola. Hanno già aderito, confermando la loro piena collaborazione, sia Acea Spa che Cosp Tecno Service. Il progetto si articolerà gradualmente e una delle fasi in atto sarà quella di dotare ogni classe di appositi contenitori per una differenziata diretta, precisa e consapevole. Proprio per questo sono fissati alcuni incontri nei vari plessi per lo svolgimento di appositi laboratori, tenuti da esperti della Erica Formazione di Alba-Cuneo nelle Scuole Infanzia “Collodi” di Sferracavallo e “Regina Margherita” di Orvieto Centro (martedì 10 dicembre 2019) e nell’intero plesso di Baschi – quindi Scuole Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado – giovedì 5 dicembre 2019.

Venerdì 6 dicembre 2019, invece, nell’ Aula Magna della Scuola “Luca Signorelli” di Orvieto – dalle 11 alle 12.30 – si è svolta alla presenza del Sindaco di Orvieto Roberta Tardani e della nostra Dirigente Scolastica dott.ssa Antonella Meatta, la presentazione e l’illustrazione del progetto con proiezione di un documentario.

Progetto “ORO GIALLO

Nell’ambito del “Progetto ORO GIALLO” che punta ad avvicinare gli studenti alla conoscenza del territorio dal punto di vista naturalistico-ambientale, per renderli consapevoli delle valenze del loro patrimonio ambientale e a metterle in relazione i territori vicini con caratteristiche diverse nei giorni 19 e 22 novembre le alunne e gli alunni della classe I D di Orvieto e I E di  Baschi hanno partecipato al “Progetto ORO GIALLO”, presentato dalla prof.ssa Francesca Rosella con il supporto della prof.ssa Daniela Nasi.

Classe IE di Baschi e ID di Orvieto

E’stata un’esperienza molto interessante e completa, che ha ottenuto un grandissimo successo. I ragazzi hanno partecipato attivamente e con grande curiosità a tutte le fasi, ponendo domande pertinenti e trovando risposte attraverso momenti di riflessione e discussione collettiva.

L’olio è un alimento che i ragazzi conoscono e maneggiano quotidianamente e scoprirne il valore, le diversità, le modalità di produzione li ha resi più consapevoli dell’importanza di questo alimento e del territorio che lo produce. La prof.ssa Francesca Rosella ha spiegato ai ragazzi le tecniche dell’ “assaggio esperto” dell’olio, molti alunni avevano portato olio prodotto in casa, tutti hanno fatto esperienza sollecitando olfatto e gusto in modo divertente e costantemente guidato.

L’attività si è conclusa con una merenda a base di pane condito con l’olio considerato dal palato della maggioranza il “vincitore assoluto”! 

La Scuola Secondaria di Baschi incontra gli esperti

La Scuola e le Istituzioni lavorano a stretto contatto per la crescita formativa degli studenti e, come ogni anno, si propone una serie di incontri con esperti in grado di portare le loro competenze ed esperienze all’interno delle aule e di condividere progettualità e iniziative con ragazzi sempre più interessati alle novità e all’attualità . Si sono susseguiti tre incontri che hanno trattato argomenti diversi ma con un unico denominatore comune: la ricaduta formativa e la crescita personale di ciascun studente.

Il primo incontro si è tenuto l’11 Settembre col Sindaco del Comune di Baschi, il Dott. Damiano Bernardini, che ha trattato il tema della Costituzione ricordando quanto sia importante conoscerla e non rimanere all’oscuro, di come si sia arrivati ad elaborarla, ad elaborare i principi fondamentali, i valori, le riforme, le leggi, i diritti, i valori di patria su cui questa è basata. In particolare si è soffermato sull’articolo 3 e sull’importanza che riveste la conoscenza di questo articolo da parte di tutte le componenti sociali, studenti, insegnanti e famiglie.

Il 5 Novembre, in riferimento al progetto “Alimentazione Sana e Sport”, grazie al professor Claudio Petti la Scuola ha ospitato la biologa nutrizionista dott.ssa Giulia Carlino che ha tenuto un’interessante lezione sulla corretta alimentazione associata alla pratica sportiva. Illustrando le varie abitudini alimentari e le buone pratiche, la dottoressa ha evidenziato come sia importante che ciascuno di noi presti attenzione agli eccessi e agli errori alimentari che possono danneggiare l’organismo soprattutto nei soggetti che non praticano sport o che conducono una vita prevalentemente sedentaria.

Infine, il 25 Novembre, la Scuola ha ospitato l’assessore alla cultura, il dottor Fabio Carloni che, in occasione della Giornata Nazionale sulla Sicurezza nelle Scuole, ha tenuto un incontro illustrativo presso le viarie classi. Sono stati visionati materiali informativi e link utili sull’importanza della sicurezza nelle scuole. L’assessore ha illustrato anche i vari lavori di messa in sicurezza che la Scuola ha affrontato grazie all’intervento del Comune di Baschi, infatti sono state cambiate tutte le finestre e le porte esterne delle aule e dell’atrio e sono state create delle uscite di emergenza verso l’esterno. Poi ha letto l’articolo 3 della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. È stata una giornata davvero importante. La giornata nazionale della sicurezza è stata, senza dubbio, un momento indispensabile di riflessione utile non soltanto agli studenti ma anche ai genitori che vengono resi partecipi di tutto ciò che accade a scuola con gli insegnanti e i collaboratori.

#Vivereasprecozer0”

“Vivere a spreco zero” è un progetto nato qualche anno fa alla Scuola Primaria “E. Frezzolini” in collaborazione con Susanna Tamaro. L’idea iniziale era quella di cercare di evitare gli sprechi alimentari a scuola e a casa. Il tema si è allargato poi ad ogni tipo di “spreco” valorizzando ogni tipo di rifiuto al fine di riusarlo o riciclarlo il più possibile. “Vivere a spreco zero” è quindi un approccio interdisciplinare che si attua con buone pratiche in ogni spazio dell’edificio scolastico (in aula, a mensa, nell’orto didattico) e in ogni momento (calendarizzazione della raccolta rifiuti, laboratori di riciclo creativo in occasione dei mercatini). Dal mese di settembre 2019 è iniziato un PON dal titolo, appunto, “Vivere a spreco zero” dove gli alunni a mensa apparecchiano/sparecchiano con tovaglie e tovaglioli di stoffa, recuperano i cibi non consumati portandoli a casa attraverso un contenitore per alimenti, svolgono mansioni e pratiche agricole nell’orto didattico, svolgono attività laboratoriali con materiale riciclabile.

Dal mese di settembre 2019 è iniziato un PON dal titolo, appunto, “Vivere a spreco zero” dove gli alunni a mensa apparecchiano/sparecchiano con tovaglie e tovaglioli di stoffa, recuperano i cibi non consumati portandoli a casa attraverso un contenitore per alimenti, svolgono mansioni e pratiche agricole nell’orto didattico, svolgono attività laboratoriali con materiale riciclabile.

Dal mese di settembre 2019 è iniziato un PON dal titolo, appunto, “Vivere a spreco zero” dove gli alunni a mensa apparecchiano/sparecchiano con tovaglie e tovaglioli di stoffa, recuperano i cibi non consumati portandoli a casa attraverso un contenitore per alimenti, svolgono mansioni e pratiche agricole nell’orto didattico, svolgono attività laboratoriali con materiale riciclabile.  

Queste pratiche, nel corso dei mesi, stanno diventando “virali” presso la Scuola Primaria E. Frezzolini di Sferracavallo e presto diventeranno routine per tutti i bambini del tempo pieno o per coloro che frequentano la mensa.

“Vivere a spreco zero” è riprendere le sane abitudini del passato per andare verso il futuro. Il nostro motto, infatti, è “IL FUTURO NON SARA’ PIU’ UN PENSIERO SE COMINCIAMO A #Vivereasprecozer0”.

CERTIFICAZIONI LINGUISTICHE

DELF A2

Il DELF (Diplôme d’Études en Langue Française) è un diploma che certifica le competenze di candidati non francofoni acquisite nello studio della lingua francese.
Il DELF è un certificato riconosciuto a livello nazionale. Lo attesta una convenzione tra il Ministero della Pubblica Istruzione italiano e l’Alliance Française, firmata il 20 gennaio 2000.
Il DELF è stato creato il 22 maggio 1985 dal Ministero della Pubblica Istruzione francese. Le prove DELF possono essere sostenute da ragazzi e adulti nei vari centri autorizzati che si trovano in 130 diversi paesi, tra cui l’Italia. Dal 1° settembre 2005 il DELF è stato modificato e aggiornato per uniformarlo alla normativa del Consiglio d’Europa.
Una delle funzioni di questo organismo dell’Unione europea è, infatti, quella di promuovere la diffusione delle lingue comunitarie. Citiamo la creazione del Cadre européen commun de référence pour les langues (Quadro comune europeo di riferimento per le lingue), che individua sei livelli di competenza linguistica, comuni a tutte le lingue. Tali livelli, indicati con le sigle A1, A2, B1, B2, C1 e C2, sono stati scelti come riferimento per i quattro “nuovi” DELF, in vigore dall’autunno 2005.

L’Istituto Comprensivo Orvieto Baschi offre ai propri studenti la possibilità di conseguire il DELF seguendo un progetto teso a valorizzare le eccellenze e stimolare la capacità di autovalutazione negli studenti al terzo anno.

CAMBRIDGE ASSESSMENT ENGLISH

Anche la nostra scuola ha scelto di integrare le offerte formative  attraverso percorsi di approfondimento per la preparazione alle certificazioni Cambridge in lingua Inglese, contribuendo così alla costruzione di un futuro più ricco di opportunità.

SPAZI APERTI AL DIGITALE A ORVIETO

Anche ad Orvieto arriva DigiPASS per tutti i cittadini che hanno l’esigenza di utilizzare i servizi digitali.

Postazioni di lavoro e persone in grado di offrire assistenza, accompagnamento e supporto libero e gratuito a tutti coloro (privati e imprese) che avranno la necessità di fruire di servizi digitali pubblici.

Accessibilità