Istituto Comprensivo "Orvieto-Baschi"

Scuola dell'Infanzia, Scuola Primaria e Scuola Secondaria di I Grado

Linee guida genitori Scuola Primaria

LINEE GUIDA GENITORI SCUOLA PRIMARIA

Al fine di perseguire una migliore qualità dell’offerta educativa, come richiesto dalla Carta dei Servizi e una proficua collaborazione con le famiglie, gli insegnanti ritengono opportuno inviare ai genitori le linee guida elaborate dal Collegio dei Docenti per regolamentare i rapporti scuola-famiglia.

VIGILANZA E SICUREZZA ALUNNI

IngressoI genitori siimpegnano a portare a scuola i propri figli nell’orario stabilito, controllando che questi siano dotati di tutto il materiale occorrente per lo svolgimento delle attività didattiche e dell’eventuale colazione. Se i bambini sono lasciati fuori della scuola in anticipo rispetto all’orario delle lezioni, l’unico responsabileè la famiglia.I genitori potranno accompagnare i propri figli fino all’ingresso dell’edificio scolastico ma, per motivi di sicurezza, non potranno sostare in alcun modo nell’atrio.Ai genitori degli alunni delle classi prime è concesso, per una settimanadall’inizio delle lezioni, di accompagnare i figli nelle rispettive aule ma non potranno restare a colloquiare con i docenti, né nei locali della scuola.I collaboratori scolastici sorveglieranno gli alunni che arriveranno con lo scuolabus e quelli autorizzati dal DS ad un ingresso anticipato, dietro richiesta scritta e motivata dei genitori.Gli orari comunicati e pubblicati sul sito e all’Albo della scuola ad inizio anno costituiscono per la famiglia motivo di osservanza per garantire all’alunno puntualità e serenità nell’impegno scolastico. L’entrata in ritardo è da ricondursi a casi eccezionali e, qualora programmabili, registrati in anticipo sul diario.E’ importante che la famiglia assicuri puntualità in ingresso e in uscita.Occorre ricordare che spetta ai genitori il compito della puntualità del bambino a scuola. Il ritardo in entrata, soprattutto quando è ripetuto o frequente, lede il diritto allo studio del bambino stesso e diviene motivo implicito di condizionamento negativo nel processo di socializzazione e di relazione, oltre che di disturbo all’organizzazione e all’attività didattica. La puntualità è inoltre importante poiché consente di evitare molti inconvenienti:l’arrivo alla spicciolata comporta la distrazione di tutti, continui commentie saluti che determinano l’interruzione dell’attività didattica;i ritardi ledono il diritto allo studio di tutti gli alunni della classe, soprattutto di quelli che rispettano puntualmente l’orario;alle ore 8:30 vengono rilevate le presenze per la refezione. La variazione del numero degli alunni dopo tale orario crea problemi per la cucina e la mensa;gli stessi bambini, quando non sono puntuali, appaiono mortificati.Dopo quattro ritardi, anche non consecutivi nell’arco del mese, i genitori degli alunniverranno contattati dal D.S.Per entrate posticipate gli alunni saranno accolti entro e non oltre le ore 10:15. I genitori dei bambini che effettuano un ingresso posticipato debbono comunicare alla scuola la fruizione del servizio mensa entro le ore 8:30. Gli insegnanti sono tenuti a trascrivere tale situazione nel registro di classe e, ogni fine mese, a comunicare al Dirigente i ritardi ripetuti.I genitori eviteranno di accedere ai locali della scuola per consegnare materiale scolastico o colazioni.E’ fatto divieto ad alunni e genitori di rientrare nei locali della scuola per recuperare quanto dimenticato.UscitaI genitori aspetteranno i propri figli fuori dell’edificio scolastico, rispettando l’orario di uscita. Sono consentite deleghe permanenti previa compilazione di un modello disponibile in segreteria. Dovrà essere comunicata per iscritto agli insegnanti ogni variazione riguardante l’uscita dei propri figli, indicando nome e cognome della persona autorizzata a prelevarli. Solo in occasione di fatti imprevisti, il genitore potrà contattare telefonicamente la Scuola e comunicare da chi sarà prelevato il proprio figlio. Tale adulto è tenuto a presentare un documento di riconoscimento. Gli alunni non saranno dati in consegna ai minorenni. I genitori dovranno richiedere il permesso per l’uscita anticipata, compilando un modello predisposto, presso i collaboratori scolastici. Le uscite anticipate debbono avvenire solo a causa di reali necessità; gli insegnanti sono tenuti a trascrivere nel registro di classe le uscite anticipate e, ogni fine mese, a comunicare al Dirigente le situazioni che si ripetono in modo frequente.La scuola assicura la sorveglianza degli alunni minorenni a lei affidati.In occasione di eventuali ritardi, le famiglie verranno contattate telefonicamente; nel caso in cui ciò sia impossibile, l’alunno sarà affidato ai vigili urbani o ai carabinieri.I genitori dei bambini che usufruiscono dello scuolabus debbono comunicare per iscritto altre eventuali modalità di trasporto.

ASSENZE

Le assenze devono essere giustificate per iscritto, anche per un solo giorno, specificando se sono dovute a motivi di famiglia o per salute (fatte salve le norme sulla privacy).

COMPITI E COMUNICAZIONI

Tempo pieno: i compiti verranno assegnati ilvenerdì; per quanto riguarda, invece, lo studio orale, potrà essere assegnato anche all’interno della settimana. Durante la settimana l’insegnante potrà richiedere il completamento di elaborati non terminati a scuola.I genitori sono tenuti a controllare sistematicamente il diario o i quaderni, in quanto sono i mezzi che le insegnanti abitualmente usano per le comunicazioni scuola-famiglia.E’ necessario che gli avvisi e le autorizzazioni siano firmati tempestivamente.In caso di assenza, i genitori sono pregati di contattare il rappresentante di classe, o altro genitore, per conoscere i compiti assegnati. Per assenze programmate i genitori, al rientro del proprio figlio a scuola, prenderanno contatti con il rappresentante di classe, o altro genitore, per conoscere i compiti assegnati.

COLLOQUI CON LE FAMIGLIE

Le informazioni sul percorso didattico-educativo dell’alunno sono fornite ogni bimestre; alla fine del I e II quadrimestre la comunicazione avverrà tramite il documento di valutazione. Questi incontripotranno essere preceduti da assemblee di classe/modulo, al fine di comunicare/ricevere informazioni di interesse comune. In tali occasioni, salvo autorizzazioni del Dirigente, non sono ammessi gli alunni che, per motivi di vigilanza, non potranno sostareall’interno della Scuola.I docenti, il primo martedì di ogni mese (ad eccezione dei mesi in cui si tengono i colloqui calendarizzati), saranno disponibili a ricevere i genitori, previo appuntamento concordato una settimana prima.Nel rispetto del lavorodelle insegnanti e per stabilire rapporti corretti scuola-famiglia, si ritiene opportuno intrattenere colloqui solo nelle sedi idonee.

INFORTUNI

In caso di infortunio, nonostante la presenza e la vigilanza del docente, prestate le prime cure, gli insegnanti contatteranno telefonicamente i genitori o altri conviventi e presenteranno sempre relazione scritta di quanto accaduto in Segreteria. Se necessario o se impossibile agire diversamente, la scuola chiamerà i soccorsi. Nel caso venga prodotto un certificato medico o del Pronto soccorso i genitori devono immediatamente presentarlo a scuola al fine di attivare la pratica assicurativa.

SOMMINISTRAZIONE FARMACI

È fatto divieto di somministrare medicine di qualsiasi tipo e genere agli alunni salvo i casi in cui i genitori lo richiedano per iscritto al Dirigente, secondo le indicazioni del medico curante.

PEDICULOSI

Appena ci sono le avvertenze di pidocchi o lendini, si avviseranno per iscritto i genitori, affinché controllino frequentemente e accuratamente i capelli dei propri figli. In caso di pediculosi dovranno provvedere alla profilassi e comunicare per iscritto di avere effettuato il trattamento.

MENSA, DIETE ED ALLERGIE

Nel caso di allergie a particolari alimenti, si richiede il certificato medico. Nel caso di diete per un periodo limitato, fino a 4 giorni, è sufficiente la comunicazione scritta del genitori; per i periodi superiori si richiede la certificazione medica.Si ritiene opportuno non festeggiare i compleanni a scuola, non solo perché ciò provocherebbe una dilatazione dei tempi previsti per la ricreazione, ma anche per evitare l’introduzione di alimenti che potrebbero provocare allergie in alcuni bambini.

ATTIVITÀ DI EDUCAZIONE FISICA

Nei giorni in cui è prevista attività in palestra, si richiede di far indossare abbigliamento e scarpe adatti. Se per un prolungato periodo il bambino non può praticare l’attività motoria, è necessario presentare il certificato medico. Per eventi occasionali è sufficiente la richiesta scritta del genitore.

GREMBIULE

Il grembiule è obbligatorio(tranne nei periodi di caldo eccessivo e nei giorni di attività motoria, nei quali è prevista la tuta).

Accessibilità